12 Giugno 2024

 

th_Giorgio.a

 

Bers. Dott. Comm.  Giorgio  RICCIO
Viale della Resistenza n. 176,  Pal. B/7  – 70125  BARI

giorgioriccio@tin.it

È nato a Bari, dove risiede,  il 13 Agosto 1940.    E’ coniugato ed ha due figli ambedue iscritti alla A.N.B.

Il papà, Leonardo, “Ragazzo del ‘99” e Cavaliere di Vittorio Veneto, ha combattuto nel 1° e nel 2° conflitto mondiale.  La mamma, Lina,  è stata dirigente del P.A.S.F.A.    E’ nipote di un ufficiale dei Carabinieri e di  due ufficiali dell’A.M. ambedue decorati di Medaglia d’Argento al V.M. Laureato in Economia presso l’Università degli Studi Bari, ha concluso la propria attività lavorativa presso il Politecnico di Bari in qualità di Funzionario e Dirigente per le attività fiscali e commerciali.  E’ autore di alcune pubblicazioni universitarie. Svolge tuttora attività lavorativa da libero professionista.

E’ dal 1976 Cavaliere O.M.R.I., dal 1980 Ufficiale e dal Gennaio 2017 Commendatore.  Il 12 dicembre 2007 viene nominato “Dirigente dell’anno 2007″ da una commissione di giornalisti ed esperti sportivi patrocinata dal CONI. E’ insignito della Stella di Bronzo del Coni al Merito Sportivo.

Il servizio militare.   Il 16 aprile 1964 è Bersagliere A.U.C.  del  35° Corso,  1^ Compagnia Bersaglieri A.U.C. “Bir el Gobi” della Scuola T. M. C. in Caserta comandata dal Cap. Luca Rajola Pescarini.   Il 10 gennaio 1965 è promosso sottotenente ed assegnato, su sua richiesta,  all’8° Bersaglieri  comandato dal Col. Alvaro Rubeo.    Comanda il  II  plotone fucilieri assaltatori della 9^ Compagnia  ”Arditi”.     E’ 1° Capitano dal 1° Luglio 1990.

Attività sportiva.    Dall’età di 14 anni svolge attività ciclistica anche agonistica. Ha praticato e pratica tiro a segno, podismo,  canottaggio,  orientering.   E’ stato Presidente Provinciale di Bari della Federazione Ciclistica Italiana e poi  Consigliere Regionale.  E’ stato quarantennale Presidente di Società Sportive affiliate alla Fidal, FCI e T.S.N.

Attività  solidale.   Sin da giovane è stato donatore volontario di sangue.  Dal 1982 è dirigente della FIDAS – F.P.D.S.  Promuove da sempre  la  donazione di  sangue.  Ha provveduto alla raccolta e distribuzione di aiuti umanitari in Italia ed in molti Paesi esteri:   Albania, Kosovo, Macedonia, Moldavia, Iraq, Afghanistan.   Ha ricevuto molte attestazioni;  fra queste quelle di  “Ringraziamento e vivo riconoscimento per il qualificato contributo al miglioramento delle condizioni di vita della comunità” delle città albanesi di Berat e di Divjake.

Attività associativa.    E’ iscritto alla A.N.B. di Bari dal 1964.  Nel 1975 è eletto Presidente Sezionale carica che detiene sino al maggio 2013; la lascia  per incompatibilità statutaria con quella di Consigliere Nazionale.

Nell’Ottobre del  1978 è eletto Consigliere Nazionale, carica che detiene per 10 mandati, espletando e portando a termine molteplici incarichi demandatagli dai Presidenti Luigi Bonifazi, Corrado Corsi, Giovanni Romeo, Sandro Romagnoli, Marcello Amicucci, Roberto Russo, Benito Pochesci, Marcello Cataldi e Ottavio Renzi. Presidenti che “serve” con umiltà bersaglieresca.  Ha una anzianità in C.N. di 42 anni.

Organizza a Bari due Raduni Nazionali (1984 e 2001) che costituiscono modello per i successivi raduni nazionali..  E’ il Vice Presidente del Comitato Organizzatore del Raduno Nazionale di Brindisi (1992) e del Raduno Nazionale di San Giovanni Rotondo (2009).  Fornisce la propria collaborazione nella organizzazione del Raduno Nazionale di Ascoli Piceno (2004).  Organizza innumerevoli raduni in diverse località d’Italia,  52 Pellegrinaggi al Sacrario Militare dei Caduti Oltremare e l’annuale cerimonia per ricordare la liberazione del capoluogo pugliese.

Nel Congresso Nazionale del 24 Ottobre 2008, non presenta la propria candidatura preferendo lasciare spazio,  dopo trentuno anni di servizio,  ad altri colleghi più giovani. La Giunta Esecutiva Nazionale, su proposta del Presidente Nazionale Generale C. A. Benito Pochesci,  nella seduta del 23 Ottobre 2009,  lo nomina componente del Comitato di cui all’articolo 18 dello Statuto per la Propaganda, l’Assistenza ed il Volontariato e la Protezione Civile. Gli viene assegnato il compito di seguire direttamente quest’ultima attività.  Nell’Ottobre 2010 viene eletto Consigliere Nazionale Onorario. Il Presidente Nazionale Gen.D.(r) Marcello Cataldi lo nomina quindi responsabile nazionale per la solidarietà agli iscritti, carica che detiene sino al Novembre 2017.   Nel Gennaio 2020 il Presidente Nazionale Gen. Ottavio Renzi lo nomina Commissario Straordinario per la Basilicata.

Il 18 Dicembre 2009 il Col. Adriano Graziani, Comandante il 7° Bersaglieri gli conferisce il titolo di  “Membro  Onorario del 7° Reggimento Bersaglieri”  per l’amicizia e lo spirito di Corpo dimostrato nei confronti del Leggendario Settimo.  La pergamena gli viene consegnata dinanzi al Reggimento schierato.  Il 20 Dicembre 2012 il  Comandante Col. Domenico d’Isa gli consegna la “Drappella Reggimentale”, al cospetto di Autorità civili e militari, a titolo di ringraziamento per quanto bersaglierescamente operato a favore del Reggimento.

 

th_Angeloni

Bers. Giancarlo ANGELONI

 

Gen. Div. Vezio VICINI, vero “Ufficiale Gentiluomo”