165° Anniversario della morte di Alessandro Lamarmora (1799-1855)

Il 7 giugno 1855 moriva in Crimea, il grande Fondatore del Corpo dei Bersaglieri, al comando di una Divisione dell’Esercito piemontese partecipecon Francia e Inghilterra, alla Guerra di Crimea. Si concludeva, a soli 56 anni, la splendida esistenza di uno dei grandi protagonisti del Risorgimento italiano “Padre” del Corpo dei Bersaglieri (che lo chiamavano Papà Sandrin) i quali scriveranno, con Lui e dopo di Lui, pagine gloriose della Epopea risorgimentale e della Storia italiana fino ai nostri giorni.Un grande Soldato, un grande Comandante, eccelso motivatore di uomini e di eroi a cui, va oggi il nostro grato pensiero. Giunga a Lui, nel Paradiso cremisi, il nostro commosso saluto e il nostro più forte, ripetuto, triplice Hurrà!

Camillo Tondi
About Camillo Tondi 30 Articoli
Responsabile Comunicazione e Stampa della Presidenza Nazionale ANB. Giornalista, scrittore e soprattutto "Bersagliere - Truppe corazzate, linea fuoco, 3 ctg 70". Originario del Salento, precisamente della GrecÌa salentina, vive a Roma, coniugato, 3 figli. È stato Dirigente superiore del Ministero della Difesa, con incarichi dirigenziali negli uffici: Legislativo ,Gabinetto del Ministro, dei Sottosegretari e presso varie Direzioni Generali della Difesa e nel Servizio di Controllo Interno. Esperto di Leva e Reclutamento, è stato tra i creatori e coordinatori del Servizio Civile sostitutivo di quello militare e Segretario della Commissione Nazionale per il riconoscimento della Obiezione di Coscienza. Rappresentante della Difesa nella Commissione Italiana per il recepimento della normativa UE, ha partecipato, come membro alla Commissione governativa per il Cermis. Ha ricoperto l'incarico di Consigliere Nazionale UITS (Unione Italiana Tirassegno). Laureato in Giurisprudenza, ha conseguito Master in Scienza e tecnica Legislativa e Diritto Internazionale e Geopolitica. È iscritto all'Ordine dei Giornalisti ed è stato membro dei Probiviri dell'Associazione Stampa Romana. Membro attivo dello SKAL Club Internationale. È Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.